Il meccanismo con cui si verifica la maggior parte della polmonite è l’aspirazione di microrganismi dall’orofaringe. Tuttavia, l’agente responsabile non può essere identificato fino al 50% dei casi. L’eziologia più probabile dipenderà dal luogo di acquisizione, dai fattori di rischio associati, dalla posizione geografica e dalla gravità dell’infezione.

Cause di polmonite negli adulti e negli anziani

Negli adulti, le cause di polmonite più comuni sono batteri, come Streptococcus pneumoniae (pneumococcus), Staphylococcus aureus, Legionella pneumophila, Mycoplasma pneumoniae, Chlamydia pneumoniae e Haemophylus influenzae, anche se fino al 10% possono essere diversi di questi agenti contemporaneamente.

Virus come l’influenza, il coronavirus SARS-CoV-2, il virus respiratorio sinciziale e la varicella possono anche causare polmonite.

Inoltre, alcuni funghi possono causare polmonite (pneumoinia fungina), ad esempio in pazienti con sistema immunitario indebolito, ad esempio quelli con HIV-AIDS o malati cronici: polmonite da Pneumocystis, Coccidioidomicosi (causa della nota come febbre della valle), Istoplasmosi o Criptococcus.

Cause di polmonite nei neonati e nei bambini

Nei bambini, in particolare nei neonati (nota come polmonite neonatale) la causa più comune è l’infezione batterica, sebbene possa anche essere dovuta a virus. Il meccanismo di trasmissione può essere congenito – attraverso la placenta -, intrauterino – attraverso l’infezione del liquido amniotico -, o verticale, cioè attraverso il parto cananl. Allo stesso modo, i bambini possono prendere la polmonite nell’ambiente ospedaliero o acquisire germi presenti nel loro ambiente comunitario (genitori, nonni…).

Tipi di polmonite

All’interno della causa più comune, lo pneumococco produce due diversi tipi di polmonite: batteremica e non batteremica. La polmonite pneumococcica fino al 25% produce batteriemia, cioè la rilevazione del germe nel sangue con una mortalità più elevata.

Cause e tipi di polmonite

Cause e tipi di polmonite

la polmonite e la forma di accadimento:

  • polmonite acquisita in Comunità: è quella prodotta da un agente infettivo, al di fuori del contesto ospedaliero.
  • Polmonite nosocomiale o ospedaliera: quando appare in questo ambiente, o entro 48-72 ore dopo la dimissione ospedaliera e fino a 10 giorni dopo la dimissione.
  • Polmonite correlata all’assistenza sanitaria: pazienti in strutture di lunga degenza, sottoposti a chemioterapia, dialisi, assistenza diurna per anziani …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.