Quindi, cos’è yerba mate? Yerba mate è una bevanda sudamericana prodotta da foglie essiccate e ramoscelli della pianta del genere agrifoglio, con il nome botanico Ilex paraguariensis.

Yerba mate cresce come arbusto o piccolo albero che può raggiungere fino a 15 metri di altezza. Questo albero sempreverde è una specie di agrifoglio che produce piccoli fiori bianchi verdastri a quattro petali e una bacca rossa.

Quando le foglie e i ramoscelli di yerba mate vengono preparati, il tè è simile al tè verde. Si dice che sia meglio preparato in acqua calda, non bollente.

Yerba mate è diventato noto come la bevanda nazionale del Brasile, Paraguay e Argentina.

Si dice che il tè ricco sia una bevanda a base di erbe stimolante. Alcuni lo usano per sostituire il caffè con la sua capacità di svegliare la mente senza gli effetti negativi del caffè.

Conosciuto in alcune zone del Sud America come “La bevanda degli Dei”, yerba mate è pensato per possedere una serie di benefici per la salute. La maggior parte dei quali aiuta a prolungare la vita.

La storia di Yerba Mate può essere fatta risalire al popolo semi-nomade Guarani del Brasile meridionale, dell’Argentina settentrionale e del Paraguay.

Si dice che questi nomadi della foresta siano le prime persone conosciute a raccogliere e bere la bevanda stimolante yerba mate. La leggenda narra che i Guarani credono che l’albero di yerba mate sia un dono dato a un gruppo di viaggiatori stanchi da un dio benevolo come ricompensa per la loro giustizia.

Questa leggenda alla fine continuò a dare a yerba mate tea il suo soprannome di “Bevanda degli Dei”. Si diceva che i Guarani usassero yerba mate come tonico quotidiano per la salute.

Si riuniscono intorno a un fuoco per socializzare e passare intorno alla zucca di yerba mate. Questa antica usanza di bere yerba mate da una zucca divenne una tradizione.

Ancora oggi continua ad essere un’abitudine quotidiana delle persone che ora vivono in questa zona. Yerba mate divenne anche una parte centrale del loro sistema di medicina e guarigione.

Il tè è diventato una parte importante dei rituali spirituali. Inoltre serviva anche come valuta per loro quando commerci con gli Incas e i Charrua.

Nel XVI secolo, i conquistadores spagnoli arrivarono in Argentina.

Quando arrivarono, scoprirono che i nativi bevevano la loro zucca di tè yerba mate. Gli spagnoli hanno apprezzato questa bevanda stimolante.

Hanno convinto la gente a insegnare loro come preparare il proprio tè yerba mate. Quando la domanda di yerba mate iniziò ad aumentare, i gesuiti decisero di iniziare a raccoglierla e coltivarla nelle piantagioni di yerba mate.

Nel 1600 avevano scoperto un modo per germinare i semi di yerba. Di conseguenza, le loro piantagioni fiorirono e ampliarono il consumo di yerba mate in Ecuador.

Ma nel 1767, i Gesuiti furono espulsi. E con esso, tutta la loro conoscenza sulla coltivazione di yerba mate è stata espulsa insieme a loro.

La raccolta forestale continuò fino all’inizio del 20 ° secolo. Di conseguenza, il segreto della germinazione dei semi di yerba mate è stato scoperto ancora una volta e la coltivazione delle piantagioni è stata ancora una volta una realtà.

Oggi, la coltivazione di yerba mate continua in alcune parti dell’Argentina, del Brasile, dell’Uruguay e del Paraguay.

L’usanza della coltivazione è rimasta praticamente invariata e l’usanza di bere il tè yerba mate è diventata globale.

In molte aree del Sud America, il tè yerba mate è ancora un rituale sociale e la gente continua a berlo per il suo gusto e il modo in cui li fa sentire.

Continua a leggere di più su yerba mate e il tradizionale rituale yerba mate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.