29 Nov, 2017 Grant 0

grant proposal

Definizione di Grant Proposal

Grant Proposal si riferisce al processo di elaborazione, scrittura e proposta di una richiesta di sovvenzione. L’atto di scrivere una domanda di sovvenzione proviene da un non profit il cui scopo è quello di trovare una fonte di finanziamento. D’altra parte, l’atto di ricevere, esaminare e concedere la sovvenzione è effettuato da una fondazione o da una società privata. Lo scopo, in questo caso, è quello di fornire un impatto sociale, generare un’immagine positiva o (per le fondazioni) perseguire il proprio core business.

Abbattere la proposta di sovvenzione

Per quanto strano possa sembrare, le organizzazioni non profit e gli enti di beneficenza al giorno d’oggi si trovano in un mercato davvero competitivo. Cioè, devi davvero strategizzare il tuo approccio per attirare donatori e fondi. Questi ultimi hanno una vasta gamma di scelta per attingere. Se vuoi affrontarli, devi toccare gli accordi giusti. Devono sentire una connessione emotiva con la tua causa. Inoltre, le donazioni sono l’espressione dei valori e della missione di una fondazione. Pertanto, questi ultimi devono selezionare solo quei progetti che risuonano con i loro valori fondamentali. Se si esegue un no-profit alla ricerca di una sovvenzione, è necessario prendere in considerazione questi elementi. Conoscere il tuo potenziale donatore, i suoi obiettivi e così via può darti un vantaggio competitivo, assicurandoti così la sovvenzione e magari gettando le basi per una relazione a lungo termine.

Come scrivere una proposta Killer

Quindi, detto questo, la domanda è: come faccio a scrivere una proposta di sovvenzione che può stupire il potenziale donatore? Ecco un elenco puntato per aiutarti a razionalizzare il processo:

  • Assicurati di conoscere il tuo obiettivo: supponiamo che la tua carità stia lavorando a un progetto che dovrebbe costruire una scuola in un paese sottosviluppato. Qual è la tua missione andando a realizzare in numeri? Quanti bambini beneficeranno di questa iniziativa? Chi gestirà e gestirà la scuola?
  • Conosci i tuoi potenziali donatori: assicurati di conoscere e connetterti con il tuo donatore, quest’ultimo è una fondazione o una società.
  • Evidenzia l’impatto del tuo progetto: il concedente deve avere la certezza che il suo sussidio produrrà un reale impatto sociale. Scrivi un piano dettagliato e mirato in cui spiegherai come implementerai il tuo progetto, qual è il tuo obiettivo e come lo misurerai. Ricorda: non intraprendere iniziative che non puoi misurare e quantificare.

La prospettiva del concedente

Come già detto, il processo di proposta di sovvenzione si compone di due parti: la scrittura e la valutazione. La seconda parte riguarda chi concede la sovvenzione. Quest’ultimo, una volta ricevuta la domanda, deve esaminarla attentamente, verificare se si allinea alla missione dell’organizzazione e assicurarsi che l’impatto sociale possa essere misurabile.

Se si ricevono molte richieste, inoltre, l’ideale sarebbe affidarsi a un software. Quest’ultimo ti aiuta a semplificare e raccogliere tutte le applicazioni. Inoltre, li classifica in base ai criteri personali e scarta direttamente quelli che non soddisfano i requisiti e le aspettative. In questo modo, puoi concentrarti solo su quei progetti che sono coerenti con i tuoi valori.

La fase finale del processo consiste nell’assegnare la sovvenzione e informare i beneficiari della decisione. In seguito, stabilisci linee guida accurate su come evolverà la partnership.

Ricorda che questa è solo una parte del processo complessivo di gestione delle sovvenzioni: dopo l’assegnazione della sovvenzione, è importante coltivare una collaborazione costante e significativa con il beneficiario, gestire il progetto esternamente e internamente e avere un sistema che consente di valutare i risultati della campagna.

Link utile

Problemi nella gestione delle proposte di sovvenzione in arrivo? Quindi dai un’occhiata a come gestire le domande di sovvenzione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.